ADI (Assistenza Domiciliare Integrata)

Il Servizio cure domiciliari ADI assicura alle persone fragili (anziani e disabili, in primo luogo, ma non solo) assistenza socio-sanitaria adeguata alle loro condizioni di salute volta ad evitare e rallentare l'allontanamento dai propri cari, per mezzo di prestazioni a domicilio, che hanno il fine diretto di prendersi cura della persona fragile direttamente a casa, vicino ai suoi cari, dove mantiene abitudini personali e il legame con l'ambiente familiare. Le prestazioni sono totalmente gratuite e vengono garantite indipendentemente dall'età e dalla fascia di reddito, prevedendo interventi sanitari di tipo medico, infermieristico e riabilitativo, integrati ad altri interventi socio-assistenziali.

L'ADI è rivolta a tutte le persone, senza limitazioni di età o di reddito, in situazioni di fragilità, con perdita parziale o totale di autonomia transitoria o definitiva. Dei servizi gratuiti dell'ADI possono beneficiare tutti i cittadini residenti in Regione Lombardia.

Il VOUCHER è un contributo economico, assegnato dall'ASL sottoforma di "titolo di acquisto", articolato su diversi Profili di cura, stabiliti in base all'intensità dell'assistenza necessaria. Il voucher socio-sanitario deve essere utilizzato interamente presso l'Ente erogatore accreditato prescelto dal paziente. Le prestazioni previste dal voucher vengono sospese all'ingresso del beneficiario in strutture residenziali (es. RSA o RSD), semiresidenziali (es. Centri Diurni Integrati) e ospedaliere/hospice. L'ADI prevede diverse tipologie di profili assistenziali:

  • Voucher Profili Prestazionali, di breve durata, garantiti da singole figure professionali (per es. prelievo di sangue, medicazioni ecc.)
  • Voucher Profili Assistenziali diversificati per 4 livelli di intensità
  • Voucher - cure palliative

Il servizio ADI viene erogato da Enti Erogatori accreditati dalla Regione Lombardia, presenti nell'ambito territoriale della provincia di Varese. Di seguito sono elencati i Gestori Accreditati dei 12 Distretti Socio-Sanitari provinciali:

L'attivazione del servizio di cure domiciliari avviene mediante prescrizione del Medico di Medicina Generale/Pediatra di libera scelta, responsabile clinico dell'assistito, in accordo con la persona interessata. La richiesta va poi inoltrata al Servizio ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) Distrettuale; la domanda viene valutata dall'Unità di Valutazione Distrettuale (UVD) e, successivamente, una Equipe multi professionale effettuerà una visita domiciliare per poter stabilire il livello di complessità dei problemi presentati dal richiedente. Verrà, quindi, attribuito un livello corrispondente ai bisogni rilevati ed emesso un voucher relativo al costo delle prestazioni da erogarsi. All'utente verrà consegnato un elenco aggiornato degli Enti Erogatori accreditati dalla Regione Lombardia, nell'ambito dei quali opererà la sua libera scelta per le prestazioni di cui necessita. I servizi di assistenza domiciliare di competenza dell'ASL possono così essere integrati con quelli comunali secondo i regolamenti vigenti per ogni Comune.