Invalidità Civile

A decorrere dal primo gennaio 2010 le domande volte ad ottenere i benefici in materia di invalidità civile, cecità civile, sordomutismo handicap e disabilità, corredate di certificazione medica attestante la natura delle infermità invalidanti, dovranno essere inoltrate all'INPS esclusivamente per via telematica. A tal fine è stata realizzata un'applicazione disponibile sul sito internet dell'Istituto: www.inps.it.

Il cittadino che intende presentare domanda per il riconoscimento dello stato d'invalidità civile, cecità civile, sordomutismo, handicap e disabilità, deve recarsi presso un medico abilitato alla compilazione telematica del certificato medico introduttivo che attesti le infermità invalidanti. L'elenco dei medici certificatori accreditati in possesso del PIN è pubblicato sul sito internet dell'Istituto. La certificazione medica è compilata on-line dal medico certificatore che, di fatto, attiva l'input per una nuova domanda di riconoscimento dello stato invalidante. Il medico certificatore provvede, altresì, alla stampa e al rilascio del certificato introduttivo firmato in originale, che il cittadino dovrà esibire all'atto della visita.

La domanda, che è compilata on-line e deve essere abbinata al certificato medico precedentemente acquisito, può essere presentata:

  • dai cittadini in possesso del PIN rilasciato dall'INPS
  • dagli Enti di Patronato
  • dalle Associazioni di Categoria dei disabili: ANMIC, ENS, UIC, ANFASS

Il cittadino può acquisire direttamente la propria domanda on-line, accedendo alla procedura disponibile sul sito dell'Istituto. In ogni caso i soggetti che hanno titolo all'acquisizione devono compilare i campi previsti dal modello di domanda abbinando il numero di certificato entro il tempo massimo di 90 giorni dal rilascio del certificato stesso; superato tale termine, il numero di certificato impresso sulla ricevuta non sarà più utilizzabile per l'inoltro telematico delle domande. Il cittadino dovrà precisare se le comunicazioni previste dalla procedura andranno inviate alla residenza effettiva oppure presso altro indirizzo e potrà segnalare un numero telefonico e un indirizzo di posta elettronica (eventualmente della casella di pec rilasciata dall'Istituto) che consenta l'inoltro in tempo reale di tutte le comunicazioni generate dal flusso procedurale. L'iter procedurale della convocazione a visita è rimasto inalterato. La visita viene effettuata presso le Commissioni situate in tutte le sedi socio distrettuali e presso le Commissioni Provinciali ciechi/sordomuti che sono integrate da un medico legale INPS. Il verbale approvato dal C.M.L. INPS viene spedito all'utente dall'Istituto. Si precisa che l'iter procedurale informatico INPS è ancora in fase di sperimentazione.