Comunicati stampa

Cardiologi pediatri a confronto

Sabato mattina al collegio De Filippi di Varese

Nella mattinata di sabato 7 aprile, al Collegio De Filippi di Varese, si terrà il convegno “Le cardiopatie congenite tra passato e futuro”, organizzato dalla Dr.ssa Alessandra Stifani, Responsabile della SSD Cardiologia pediatrica della ASST Settelaghi di Varese, con il contributo de “Il Ponte del sorriso Onlus”. L’evento è aperto a Cardiologi, Pediatri, Cardiochirurghi ed Infermieri di area pediatrica, nonché agli specialisti del territorio.

Arriveranno a Varese i migliori specialisti nel campo che, portando la propria esperienza scientifica e professionale, offriranno l’occasione di conoscere il percorso evolutivo della cardiologia e cardiochirurgia pediatriche, dalla storia recente alle prospettive future.

“Questo incontro scientifico - spiega la Dr.ssa Stifani - rappresenta un significativo momento di crescita, in un settore cosi specifico. E’ evidente come un percorso così delicato richieda competenze solide ed in continua evoluzione".

La SSD Cardiologia Pediatrica di Varese rappresenta l’unica struttura dedicata nel territorio provinciale, nel Comasco e parte del Piemonte orientale.  Soddisfa il bisogno di salute di circa  6000 piccoli pazienti, della donna in gravidanza e delle pazienti oncologiche  per un totale di oltre 20.000 prestazioni l’anno. Fa parte del Dipartimento Cardiovascolare diretto dal Dr. Calveri ed è inserita nella RIMI (Rete Integrata Materno-Infantile) diretta dal prof. Ghezzi. Collabora quotidianamente con il Dipartimento della donna e del bambino, diretto dal prof. Agosti e con  le Scuole di Specialità di Cardiologia  e Pediatria, dirette rispettivamente dal Prof. De Ponti e dal Prof. Salvatoni.

“Dopo la fase critica che la cardiologia Pediatrica ha attraversato circa un anno fa - prosegue la Dr.ssa Stifani - grazie all’impegno e al supporto fattivo della Direzione Strategica oggi possiamo contare su un gruppo di professionisti preparati ed entusiasti e su nuove apparecchiature di fascia elevata. Guardiamo con  serenità alle nuove  sfide legate allo  sviluppo dell’Ospedale della donna e del bambino di Varese”.

Varese, 5 aprile 2018