Comunicati stampa

Personale, tecnologie e infrastrutture: triplice impegno dell'ASST dei Sette Laghi per Tradate

Il DG: "Il fronte del personale è sicuramente l'ambito più critico, ma l'Azienda sta facendo tutto il possibile"

"Da quando il Galmarini è entrato a far parte della nostra Azienda, è stato oggetto di grandi attenzioni e altrettanti investimenti sul fronte del personale, ma anche delle tecnologie e delle infrastrutture - tiene a ricordare il Direttore Generale dell'ASST dei Sette Laghi, Callisto Bravi, in risposta all'articolo pubblicato oggi da La Prealpina a firma di Silvio Peron - Certamente l'ambito delle risorse umane è quello dove si riscontrano le criticità maggiori, legate ad un contesto nazionale in cui gli specialisti sono pochi e possono quindi scegliere la sede della propria attività tra le tante aziende che li cercano".
Lo conferma il fatto che, dalla graduatoria uscita dal concorso bandito dall'ASST dei Sette Laghi per l'assunzione a tempo indeterminato di medici internisti nessuno ha scelto la sede di Tradate. E' stato quindi bandito un nuovo concorso, a tempo determinato, che si svolgerà il prossimo 24 settembre: la speranza è che da questa selezione si trovino gli internisti che il Galmarini sta aspettando.
"Non appena arriveranno i nuovi specialisti, i posti letto di Medicina coinvolti nel programma di chiusure estive potranno essere riaperti. - spiega il DG - Nel frattempo, i turni nel reparto sono coperti grazie alla collaborazione degli specialisti di Varese".
La settimana appena conclusa ha portato inoltre altre novità sul fronte del personale: è stato, infatti, firmato un contratto con un medico specialista ambulatoriale che garantirà l'attività dell'ambulatorio tradatese di Diabetologia e, per quanto riguarda i reparti di Cardiologia e Radiologia, sono state compilate le graduatorie in cui si andranno a cercare i rinforzi per queste due specialità da destinare al Galmarini. Inoltre, sempre per quanto riguarda le strutture di Cardiologia e Radiologia, già nella scorsa estate il Direttore ha inviato la richiesta di autorizzazione in Regione per l'attribuzione dei due primariati, che a breve resteranno vacanti.
Ma l'attenzione della Direzione aziendale per Tradate non si esaurisce sul fronte delle risorse umane: continuano infatti gli investimenti tecnologici. "E' di ieri la notizia che abbiamo acquistato tre nuovi ventilatori polmonari, del valore di 60mila euro, per rinnovare completamente la Terapia Intensiva. Inoltre ho già chiesto in Regione un ulteriore finanziamento proprio da destinare all'adeguamento tecnologico di questo Presidio".
Sul fronte strutturale, infine, mentre continua di buon passo la ristrutturazione del Padiglione Monoblocco (in particolare, entro settembre saranno ultimati i lavori al secondo piano, destinato ad ospitare l'attività di Ginecologia ed Ostetricia con i relativi ambulatori), sono state avviate le richieste per procedere anche ad un adeguamento strutturale complessivo di tutto il blocco operatorio.
Varese, 22 settembre 2018