Comunicati stampa

Rinnovamento tecnologico per la Rianimazione del Galmarini

Tre ventilatori polmonari di ultima generazione sono in arrivo all'Ospedale di Tradate.

L'acquisto, del valore pari a 60mila euro, permetterà di coprire i posti letto della Terapia Intensiva del Galmarini con nuove strumentazioni per la gestione dei pazienti che necessitano di supporto vitale alla respirazione, garantendo al contempo un notevole salto di qualità che il primario, il dott. Carlo Capra, ha efficacemente riassunto: "Più la tecnologia è avanzata, più la ventilazione è dolce".
Questi nuovi ventilatori, infatti, non solo offrono maggiori informazioni sull'attività polmonare del paziente grazie ad un sofisticato sistema di monitoraggio integrato, ma, sfruttando metodiche di ventilazione avanzata, permettono di assistere il paziente in maniera più vicina alla normale funzionalità polmonare, e quindi in modo meno traumatico.
Inoltre, questi tre nuovi strumenti agevolano le procedure di “svezzamento” dei pazienti, consentono cioè un più rapido ripristino della respirazione autonoma.
"Grazie a questo rinnovamento tecnologico, - commenta il dott. Capra - la nostra terapia Intensiva potrà lavorare meglio, assistendo in maniera più efficace e meno traumatica anche i pazienti più gravi".
"Questo investimento non va solo a beneficio del reparto di Rianimazione, - tiene a sottolineare il Direttore generale Callisto Bravi - ma si traduce in un vantaggio strategico per l'intero Presidio. Una Rianimazione attrezzata, infatti, è un presupposto imprescindibile per l'attività chirurgica maggiore, come quella che si sta sviluppando al Galmarini ad esempio nel settore della chirurgia bariatrica".
Varese, 21 settembre 2018